Padova continua la guerra al gioco d’azzardo

padova e gioco d'azzardo

Ormai si pensa che siano da contare “sulla mano” quelle poche città che non intraprendono iniziative contro il mondo del gioco d’azzardo lecito e contro il mondo dei migliori casino online. Non c’è punto cardinale della nostra bella Penisola in cui si possa trovare qualche amministrazione comunale che non abbia almeno pensato di studiare e mettere sul campo iniziative indirizzate ad ostacolare il “procreare” del gioco in tutti i suoi comparti. Quello, però, che viene più sfruttata come iniziativa è la regolamentazione degli orari di accensione e spegnimento delle “famigerate macchinette”.

Non si vuole dire con questo che le iniziative per contrastare il gioco d’azzardo non debbano esistere, ma si vuole sottolineare che, oggi, sono veramente tante ed in tutte le direzioni. Ogni Regione decide di intervenire contro il gioco in base al proprio territorio e questo sta diventando veramente insopportabile per gli operatori delle attività ludiche, perché ogni giorno devono rendersi conto cosa fare e cosa non fare per poter svolgere la propria attività. Sembra non finire mai questo stillicidio di percorsi restrittivi che le amministrazioni comunali mettono sul campo.

Ci sembra giusto riferire di un’altra iniziativa messa in essere dall’amministrazione comunale della città di Padova per contrastare il gioco d’azzardo patologico e la voglia di giocare con i casino online legali. La Giunta del Comune ha approvato la costituzione di un gruppo di lavoro per il contrasto della ludopatia visto che il gioco su quel territorio si sta diffondendo in modo esponenziale, turbando la normale convivenza sociale con conseguenze assai pesanti per la collettività cittadina. Diventa, quindi, un obbligo per la città intervenire per contrastare questo fenomeno, ma soprattutto per prevenirlo e questo diventa fondamentale visto che si coinvolgono aspetti di carattere sanitario, pedagogico educativo di cultura e di informazione.

Il Gruppo di lavoro verrà convocato per progettare l’attività annuale e triennale dell’amministrazione comunale ed avrà come obiettivo di porre in essere azioni concordate per informare la popolazione sulla conoscenza del fenomeno del gioco, dei casino online legali aams e di informare i cittadini sulle modalità per contrastarlo, qualora fossero malauguratamente coinvolti nel disagio del gioco problematico. Tutti dovrebbero essere pronti ad intervenire contro questo dipendenza che, come una qualsiasi altra dipendenza, può creare veramente situazioni difficili da risolvere, ma soprattutto da affrontare.

Il Gruppo di lavoro avrà le funzioni di coordinamento tra le realtà coinvolte ed il contatto con il territorio e si adopererà per mettere in rete le esperienze ed i risultati affinché possano essere una sorta di presa di coscienza per chi ne volesse fare uso. Non bisogna dimenticare, assolutamente, che il gioco problematico colpisce anche i giovani e per questo l’educazione e la cultura sul gioco vanno affrontati nelle scuole dove avviene la crescita e lo sviluppo della persona e questo sensibilizzando i ragazzi sulle conseguenze che l’abuso del gioco può avere nei loro confronti, ma anche nei confronti delle loro famiglie.

La città di Padova, quindi, è già intervenuta dando vita ad un regolamento urbanistico che abbia come obiettivo primario la limitazione della presenza delle sale slot, delle sale scommesse e dei casino online in italia che siano in vicinanza di scuole ed impianti sportivi: insomma, vicino ai cosiddetti luoghi sensibili. La città di Padova desidera che il gioco venga decentrato dove non possa nuocere alla popolazione, sperando che questa soluzione non porti invece all’effetto contrario, visto che nelle periferie dove dovrebbero esclusivamente essere locate le attività ludiche staziona già il degrado e la criminalità organizzata: questo, naturalmente, non è un dogma, ma semplicemente un dato di fatto.